Guida a Workflow Builder

Chi può utilizzare questa funzione?
  • Per impostazione predefinita, tutti i membri di un’area di lavoro possono creare workflow. Qualsiasi membro o ospite può usare i workflow aggiunti in canale a cui appartiene.
  • Disponibile per i piani Standard, Plus e Enterprise Grid

Workflow Builder offre una varietà di strumenti che ti aiutano ad automatizzare le attività di routine tramite i workflow nella tua area di lavoro di Slack senza dover ricorrere al codice. Su Slack i workflow possono essere semplici o complessi, dipende da te, ma possono anche essere connessi ad altre app e servizi che utilizzi per svolgere delle attività.

Continua a leggere per scoprire di più su Workflow Builder e usa i nostri tutorial come guida per costruire i tuoi workflow. 


Glossario di Workflow Builder

Trigger L’avvio del tuo workflow. Puoi scegliere un menu delle azioni rapide come trigger per avviare il workflow dal menu di un canale oppure un altro trigger per avviare automaticamente il workflow, quando viene eseguita una determinata azione.
Passaggio Come interagiscono le persone con il workflow. Puoi aggiungere dei passaggi che inviano messaggi o moduli personalizzati oppure utilizzare i passaggi dalle app di Slack per collegare il workflow ad altri strumenti. 
Variabile Informazioni inviate al workflow che possono essere prese come riferimento nei passaggi. Se aggiungi più passaggi al workflow, troverai disponibili più variabili. 
Collaboratore Un membro della tua area di lavoro autorizzato a gestire il workflow. Tutti i collaboratori possono modificare o rimuovere i passaggi, gestire altri collaboratori, annullare la pubblicazione di un workflow o rimuoverlo completamente.


I tutorial e le risorse di Workflow Builder 

Per aiutarti a creare un workflow, abbiamo creato dei tutorial che spiegano i vari passaggi. I tutorial di Workflow Builder ti guideranno durante l’impostazione iniziale in cui potrai aggiungere e personalizzare i passaggi, pubblicarli e molto altro. Ti consigliamo di visualizzarli in questo ordine.

*È consigliato possedere competenze tecniche avanzate.

Risorse supplementari

Dai un’occhiata ai Suggerimenti di Slack per visualizzare una biblioteca di idee e modelli di workflow che puoi utilizzare per cominciare. Se sei uno sviluppatore, visita Slack API per visualizzare i dettagli sulla realizzazione dei passaggi di un workflow per un’app di Slack. 


Gestire l'accesso a Workflow Builder

I proprietari e gli amministratori possono scegliere di limitare la possibilità di creazione di workflow a determinati membri della propria area di lavoro o dell’organizzazione Enterprise Grid e possono gestire l’accesso a determinate funzioni del workflow:

  • Nei piani Standard e Plus, i proprietari e gli amministratori dell'area di lavoro possono scegliere di limitare la creazione di workflow ai proprietari e agli amministratori o anche ad alcuni membri o gruppi di utenti
  • Nel piano Enterprise Grid, i proprietari e gli amministratori dell’organizzazione possono scegliere di disabilitare del tutto Workflow Builder per l’intera organizzazione. Se Workflow Builder viene abilitato, i proprietari e gli amministratori dell’organizzazione possono impostare dei criteri per stabilirne l'accesso, o consentire ai singoli proprietari e amministratori dell'area di lavoro di gestirne l'accesso a livello di area di lavoro. 

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Gestire l'accesso e le autorizzazioni di Workflow Builder.


Visibilità del workflow

Prima della pubblicazione, il workflow è visibile solo a te e ai collaboratori che hai aggiunto. Una volta pubblicato il workflow, i proprietari e gli amministratori dell'area di lavoro potranno visualizzarlo e aggiungersi come collaboratori. Quando un proprietario o un amministratore diventa collaboratore di un workflow, potrà modificarlo, rimuoverlo del tutto da Slack o annullarne la pubblicazione. Se viene aggiunto o rimosso un collaboratore, tutti gli altri riceveranno una notifica da Slackbot.

Attenzione: se il tuo workflow si trova all'interno di un canale privato di cui un proprietario o un amministratore non fanno parte, questi non potranno visualizzare il nome del canale privato.


Workflow Builder ed Enterprise Key Management (EKM)

È possibile che ai clienti di Enterprise Key Management (EKM) che utilizzano Workflow Builder vengano crittografati i seguenti dati con le loro chiavi: 

  • Progetto di un workflow
    Passaggi, messaggi, moduli e variabili di un workflow e il canale a cui viene aggiunto
  • Messaggi e dati dei moduli del workflow
    Tutti i messaggi e i dati dei moduli inviati o raccolti durante un workflow

Se EKM è disabilitato per la tua organizzazione, i workflow creati prima del 14 maggio 2020 non verranno crittografati. I workflow creati in quella data o successivamente, e tutti i dati inviati o raccolti da qualsiasi workflow, saranno conformi a EKM. 

Attenzione: i nomi dei workflow non sono crittografati con EKM.